Di nuovo in rosso!

New York chiude le contrattazioni in ribasso, l'indice Dow Jones a perde (-0,74%) e il Nasdaq si attesta a 1.825,92 punti (-0,59%). Di Cfx Intermediazioni

New York chiude le contrattazioni in ribasso, l'indice Dow Jones a perde (-0,74%) e il Nasdaq si attesta a 1.825,92 punti (-0,59%). In calo anche l'indice Standard and Poor's 500 a 931,78 (-1.37%). Hanno pesato una serie di dati macroeconomici sull'occupazione e le parole del numero uno della Federal Reserve Ben Bernanke. Secondo i dati dell'Adp a maggio, negli Stati Uniti, sono stati tagliati 532 mila posti di lavoro nel settore privato, dato peggiore delle previsioni che indicavano -520mila. Il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha espresso preoccupazione in merito al livello del deficit pubblico degli Stati Uniti. In europa: Francoforte cede il'1,74%, a Parigi il Cac40 il 2,02%, a Londra il Ftse100 il 2,09%, a Madrid l'Ibex35 il 2,07%, ad Amsterdam l'Aex l'1,72%. Piazza Affari in ribasso, il Ftse All Share (ex Mibtel)-1,89% e il Ftse Mib(ex S&P Mib) -1,98%. Sul fronte valutario il cross maggiore cede quasi due figure dai massimi, toccati ieri in mattinata quota 1.4335, assenstandosi quot5a 1.4164, Anche la sterlina sembra cedere dopo il rally della scorsa settimana, il gbpusd si assesta a quota 1.6223 (avendo toccato massimi oltre 1.6420). Il mover dei mercati delle valute e la correzione dei trend primari dei cross principali, è stato caratterizzato per lo più da un ribasso del petrolio dopo l'inatteso aumento delle scorte di greggio statunitensi, e la contrazione del Pil in Eurozone dell'ordine di 2.5%.