Secondo Bloomberg l’80% degli economisti considera scontato il primo rialzo dei tassi dopo molti anni nel Regno Unito nel meeting della Bce che si terrà il 2 agosto. Intanto in aperto contrasto con Theresa May il ministro per la Brexit David Davis  e il segretario britannico alla Brexit Steven Baker si sono dimessi. Tra i motivi della decisione il disaccordo circa un’area di libero scambio tra l’economia britannica e quella europea, gestita e amministrata sulla base di una comune normativa, in quanto i due propendevano per un atteggiamento più aggressivo e meno conciliante di quello imposto dalla May. Martedì avremo il dato relativo alla produzione industriale nel Regno Unito e alla bilancia commerciale, numeri che potrebbero fornire supporto alla Bank of England nella sua decisione.

EUR/GBP: a cavallo della media mobile a 200 periodi che calamita i prezzi ma non li fa prendere una direzione precisa dopo l’avvicinamento dell'area 0.8900, mantiene la pressione al ribasso e ora ci troviamo sotto l'area 0.8820. Il prossimo supporto arriverà nell'area 0.8780, con un supporto più ampio a 0.8700.

Di Mauro Masoni