Chiusura di settimana in buon recupero per l'Euro/Dollaro che riesce ancora una volta ad evitare l'avvitamento al ribasso dei prezzi, sotto quota 1.1140, grazie al promettente scatto nel finale d'ottava.

L'accellerazione dei prezzi effettuata tra giovedì e venerdì verso quota 1.1250, certamente non determina un inversione del trend discendente di breve e medio termine, ma comunque riduce, con il tentativo di consolidamento del supporto più alto di 1.1180, le probabilità di nuovi minimi di periodo.

Il livello di supporto a 1.1140 insieme al minimo relativo di 1.1110 rappresentato l'unico ostacolo ad un eventuale crash verso quota 1.1020 con la grave prospettiva, che si farebbe più concreta, di dirigersi verso la chiusura del gap a quota 1.0770 usd.

Il tentativo di opporre un qualche contrasto al lento e potente canale ribassista, che ha nelle resistenze di 1.1270, 1.1325 e 1.1440 i punti cardine nel suo tratto finale, é di buono auspicio perché conferisce prospettive di recupero almeno oltre 1.1270 per la prossima ottava.

In tal senso la riconquista dei valori positivi da parte dell'indicatore di trend cci sul grafico giornaliero, segnala quanto meno una drastica riduzione della pressione in vendita a cui però ancora non si contrappone un'energica ripresa degli acquisti.

La prospettiva per la prossima settimana potrebbe essere quella di verifica la sostenibilità, prima dell'avamposto di 1.1220 e poi il superamento dei massimi relativi oltre 1.1270, da sfruttare ancora in chiave ribassista.