Dopo il calo di ieri l'euro-dollaro prova a ripartire e a spingersi nuovamente verso la soglia degli 1,10, già approcciata in più di un'occasione nelle ultime giornate, senza essere superata al momento.

Eur/Usd in lieve rialzo: cautela in vista di FOMC e colloqui Cina-Usa

Negli ultimi minuti il cross viene fotografato a ridosso di area 1,098, con un lieve rialzo dello 0,16%, in una giornata priva di particolari dati macro tanto in Europa quanto in America.

Prevale in ogni caso un clima improntato alla cautela in vista delle minute del FOMC che saranno diffuse questa sera, due ore prima della chiusura di Wall Street.

Gli investitori restano prudenti anche in vista dell'importante appuntamento in agenda nelle prossime due giornate, quando è previsto l'incontro tra i funzionari di alto livello di Cina e Stati Uniti per discutere di un possibile accordo commerciale.

Eur/Usd in rimonta dai minimi, ma il dollaro resta forte: ecco perchè

Intanto l'euro-dollaro prova a dare un seguito al recupero partito nelle ultime giornate e precisamente dall'1 ottobre, quando è stato aggiornato il minimo dell'anno a 1,0882 euro.

Da questo livello si è avuto un rimbalzo del cross di circa una figura, ma le quotazioni restano sempre a poca distanza dai minimi.

Gli analisti di ING evidenziamo che il dollaro di fatto si conferma nei pressi dei massimi dell'anno, malgrado la prospettiva di diversi tagli dei tassi di interesse da parte della Fed e nonostante un Congresso in tumulto per il possibile impeachment di Trump.