La settimana iniziata oggi è partita bene per l'euro-dollaro che guadagna terreno dopo l'andamento volatile della scorsa ottava. Quest'oggi la moneta unica si spinge in avanti contro il biglietto verde, sostenuta principalmente dalle buone notizie arrivate dalla Germania.

Euro-Dollaro in recupero sulla scia dell'indice IFO

Questa mattina è stato reso noto l'indice IFO che a marzo si è attestato a 99,6 punti, in rialzo rispetto all'indicazione del mese precedente fermatasi a 98,5 punti e oltre le previsioni degli analisti che si erano preparati ad un incremento meno corposo a 98,7 punti.

L'euro così risale la china dopo la flessione di venerdì scorso che ha allontanato bruscamente il cross da quota 1,14, con una discesa anche poco soto area 1,13.

Eur/Usd in ripresa dopo affondo di venerdì alimentato da indici PMI

Le vendite sono state alimentate prima del week-end dai deludenti aggiornamenti sugli indici PMI in Europa, e in particolare a quello della Germania, che hanno confermato le difficoltà in cui versa l'economia dell'area euro, prospettando una fase di negatività più profonda e duratura del previsto.

L'euro-dollaro ha così mandato in fumo l'intero recupero messo a segno nei giorni precedenti sulla scia delle indicazioni arrivate dalla Fed che di fatto ha fatto sapere che quest'anno non ci sarà un rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti.

Euro favorito dalla mossa della Fed, ma occhio a Brexit e elezioni UE