La nuova settimana è partita nel segno della volatilità per l'euro-dollaro che dopo il calo di venerdì scorso, quando aveva messo in discussione la soglia di 1,18, oggi dopo una partenza cauta ha imboccato la via dei guadagni.

Eur/Usd a passo di gambero dopo spunto rialzista sopra 1,185

Nel corso della seduta il cross è arrivato a superare anche l'area degli 1,185, salvo poi muoversi a passo di gambero e riportarsi a ridosso di quota 1,18 che sta provando a difendere negli ultimi minuti.

La seduta odierna non è stata scandita da aggiornamenti macro di rilievo nè negli Stati Uniti, nè in Europa.

Eur/Usd: focus ora su simposio Jackson Hole

L'attenzione degli investitori  rivolta all'appuntamento di giovedì e venerdì prossimo, quando si terrà online l'appuntamento annuale del simposio di Jackson Hole, che vedrà un intervento anche da parte del presidente della Fed, Jerome Powell.

Intanto l'euro-dollaro ha ritracciato dai top segnati nei giorni scorsi ad un passo da quota 1,20 che le quotazioni non sono riuscite a violare al rialzo.

Eur/Usd: Unicredit è bearish sul biglietto verde. La strategia suggerita

Come spiegato dagli strategist di Unicredit, la mancata rottura di questa soglia ha ridotto la pressione sulla BCE per contrastare l'apprezzamento della moneta unica.

Gli esperti dell'ufficio studio di Piazza Gae Aulenti mantengono una view bearish sul dollaro per il resto del 2020.
Unicredit in sostanza non si aspetta grandi recuperi del biglietto verde, motivo per cui suggerisce di sfruttare ogni possibile correzione al ribasso dell'euro-dollaro come opportunità di acquisto sui cali.

Secondo gli strategist si prevede che argomenti come lo stallo in corso nelle trattative per nuovi stimoli fiscali statunitensi, la corsa per un vaccino COVID-19 e l'imminente dibattito sulle elezioni presidenziali statunitensi rimarranno il riferimento nei prossimi giorni.

L'idea è che i recuperi del dollaro come quelli cui stiamo assistendo dalla scorsa settimana saranno solo temporanei e non porteranno molto lontano la valuta Usa contro quella UE.