L’hard Brexit spaccherà la sterlina?

By Vincent Mivelaz

Stasera, intorno alle 19 (ora di Londra), la Camera dei Comuni britannica voterà l’Accordo di Recesso proposto dalla premier Theresa May. Prevediamo una bocciatura. Se May riceverà un rifiuto deciso, potremmo assistere a un voto di sfiducia contro il governo oppure alle dimissioni di May. Sospettiamo, tuttavia, che lo scarto fra i voti sarà più modesto e probabilmente porterà a una proroga della scadenza per la Brexit a metà o fine 2019. Al momento la coppia GBP/USD scambia a 1,2857 e nel breve termine si avvicinerà a 1,2710.

La Cina gonfia i mercati

By Vincent Mivelaz

I funzionari cinesi hanno confermato un altro allentamento monetario, che prevede fra l’altro incentivi fiscali e crediti d’imposta, per sostenere la crescita economica, e ciò ha fatto piacere agli investitori. L’annuncio arriva dopo negoziati commerciali costruttivi fra gli USA e la Cina, e dopo l’annuncio della banca centrale cinese sul taglio dell’1% delle riserve minime obbligatorie per le banche. La banca taglierà il tasso di riferimento quest’anno? Questo rimane da vedere, visto che le cifre ufficiali sulla crescita cinese per il 2019 saranno rese note durante il Congresso Nazionale del Popolo a inizio marzo. Le borse si preparano a una seduta positiva; anche se le esportazioni cinesi sono diminuite del 4,4% su base annua, le notizie sull’intervento del governo hanno dato una spinta ai mercati.