Le tensioni politiche nei paesi euro trasmettono nervosismo ai mercati

Oggi riaprono le piazze americane ed inglesi ed i mercati tornano alla normalità. Di Euroforex Finance

Image

Oggi riaprono le piazze americane ed inglesi ed i mercati tornano alla normalità. L’aumento di liquidità dovrebbe riportare, per quanto possibile in questi giorni di tensione, un po’ di chiarezza almeno dal punto di vista operativoLa giornata di ieri è stata relativamente tranquilla ed infatti non si sono registrati movimenti decisivi di trend, l’unico momento significativo si è verificato all’uscita dei dati macro canadesi che hanno determinato un recupero della divisa. Il PIL al +6,1% nel primo trimestre (+5,8% le attese) e un +1,7% mensile dell’indice che misura l’andamento dei prezzi delle materie prime (RMPI) hanno portato il cambio a 1,04 contro dollaro usa. Molti analisti pensano che oggi la Bank of Canada potrebbe optare per un rialzo del costo del denaro. Nella sessione asiatica di questa notte l’indice Nikkei ha chiuso a – 0,58% riguadagnando dall’iniziale –0,8% grazie all’effetto di trascinamento della borsa di Shanghai che, dopo un iniziale difficoltà a causa dei dati del PMI cinese inferiore alle attese (53.9 rispetto ad un 55,5), ha iniziato una fase di acquisti. Nel paese del Sole Levante rimane aperta la questione della stabilità politica, perchè l’uscita di uno dei partiti della colizione di governo ha contribuito a fare emergere la sfiducia dell’opinione pubblica nei confronti di Hatoyama e l’opposizione ne ha chiesto le dimissioni. Lo Yen attualmente scambia in area 111,80 contro euro non lontano dai prezzi visti ieri; contenute anche le oscillazioni nei confronti del dollaro: area 91,50 è il riferimento grafico di breve. Vedremo nei prossimi giorni che effetto avranno gli sviluppi della situazione sulla divisa.