Prese di profitto su Eur e Gbp. Il dollaro torna a salire

L'euro non riesce a superare l'area 1,4150 nel fine settimana, e rallenta la sua corsa; le prese di profitto e il graduale aumento della risk avversion hanno penalizzato la valuta europea nei confronti del dollaro.

EUR/USD: l'euro non riesce a superare l'area 1,4150 nel fine settimana, e rallenta la sua corsa; le prese di profitto e il graduale aumento della risk avversion hanno penalizzato la valuta europea nei confronti del dollaro. Il cambio stamani in forte calo,dove che con il break a ribasso di 1,3900, ha subito raggiunto i minimi di giornata a 1,3860: importante l'area 1,3850 come supporto per oggi ; restiamo ribassisti, ma nel caso in cui il cambio dovesse riportarsi sopra 1,3920, non escludiamo una tendenza a favore di euro anche fino al test di 1,4000 = importantissimi i dati pomeridiani Usa, che potrebbero condizionare l'operatività di oggi.Intra-day : supporto : 1,3850* resistenza : 1,3920Trend A 4 ORE : RIBASSISTAUSD/JPY: il dollaro resta stabile e in attesa sopra l'area 98,00; per ora sostanzialmente il cambio è a rialzo , ma la conferma, potrebbe arrivare con la rottura di 98,55 (resistenza di breve già testata 3 volte nell'arco delle sedute di i venerdì/lunedì).Intra-day : supporto : 98,00* - resistenza : 98,55Trend A 4 ORE : RIALZISTAGBP/USD: ritestata l'area 1,6300 nei confronti del dollaro; debole la sterlina, e penalizzata come l'euro per il graduale aumento della risk avversion; la resistenza nel breve, per un eventuale recupero sul dollaro per oggi, è fissata a 1,6390.Intra-day : supporto : 1,6300 - resistenza : 1,6390*Trend A 4 ORE :RIBASSITAAGA S.p.A.Lo staff di analisi tecnicawww.agaspa.it