La tenuta dei dati economici del Regno Unito sembra quasi incidentale nell'aiutare a sostenere la sterlina che ha continuato a subire pressioni in vista delle elezioni europee della prossima settimana. La politica del Regno Unito è lontana da una parvenza di stabilità, senza un precisa direzione nel breve termine e con il risultato finale che probabilmente richiederà diversi anni per venirne fuori.

I dati sui salari di oggi hanno confermato le aspettative con il 3,3 %, in calo rispetto al 3,4 % precedente, ma pur sempre un buon risultato considerando che il tasso di crescita dei salari è ancora ben al di sopra del tasso di inflazione primario dell'1,9%, il che significa che ancora una volta i consumatori vedono una crescita dei salari reali, per l'ottavo mese consecutivo.

Relativamente alla disoccupazione già ai livelli più bassi dalla metà degli anni '70, ha addirittura migliorato con il 3,8 % rispetto al 3,9 % atteso.

GBPUSD - la sterlina ha continuato a finire sotto pressione scivolando ancora oltrepassando l'area 1.2960 / 70, aumentando la prospettiva che potremmo vedere ulteriori cali verso l'area 1.2800. Abbiamo bisogno di una mossa sopra 1,3070 per una stabilizzazione.

Di Mauro Masoni