Movimenti inconsulti su tutti i mercati, guizzo repentino dell'euro sul dollaro tra venerdì e lunedì, al contempo la sterlina fa un sol boccone da 500 pips sul dollaro americano, il petrolio sale, l'oro sale, tutte le borse S&P500 Dow Jones Londra Milano Parigi Francoforte tutte in territorio positivo.
Pare che i traders in questi giorni comprino di tutto sui mercati, sperando nella continuazione di questo rally, basando questo pensiero sul nulla, solo sulla loro psicologia "buy and pray", "compra e prega". Si vede hanno dimenticato in fretta la repentina discesa del petrolio di qualche settimana fa che ha lasciato un cimitero di trader lungo la strada.
Intanto la Cina è preoccupata e fa la voce grossa con gli Stati Uniti che vivono come in un sogno (lo fanno da sempre) con banche che falliscono tutti i giorni, ad ogni angolo di strada, ma non fanno notizia qui da noi, poichè non hanno avuto l'onore di infestare il mondo di derivati tossici come la tanto cara Lehman Brother.
Intanto le banche salvate dai cittadini con i loro soldi banchettano e elargiscono bonus a tutto spiano, Goldman Sachs e le morte viventi come Citibank e Bank of America per prime, ma in buona compagnia con Morgan Stanley e JP Morgan. Peccato Obama non gli ricordi che quei soldi sono del popolo e ad esso devono tornare.
Mentre mi trovo in procinto di partire per le tanto agognate vacanze, voglio dirti che se fai parte dei traders di cui parlavo prima, salvati finchè sei in tempo, perchè da settembre prenderanno delle grandi bastonate (ma tanto scordano in fretta). A settembre/ottobre dovremmo assistere all'ultima disastrosa ondata della crisi (altro che ripresa!) con un PIL cinese in vertiginoso crollo del 25%, e le banche del Sol Levante che già hanno dato una decisa stretta alle nuove erogazioni. Inoltre, vedremo la catastrofe dei sub-sub-prime cioè mutui ancora peggiori di quelli di inizio crisi, e quella delle carte di credito vera sciagura per ogni famiglia moderna.