Si rafforza il Dollaro contro l'Euro

L'EURUSD non rompe quota 1.4000 e si riporta in chiusura di contrattazioni in area 1.3950. Di cfx Intermediazioni

L'EURUSD non rompe quota 1.4000 e si riporta in chiusura di contrattazioni in area 1.3950: sebbene caratterizzato da un movimento rialzista degli ultimi giorni l'EURUSD resta impostato in un ritracciamento grafico mensile caratterizzato da massimi discendenti rispettivamente 1.4340 - 1.4180, e non si esclude un nuovo deprezzamento della moneta unica sul supporto di 1.3800 prima dell'eventuale continuazione del trend rialzista di medio periodo. A conferma del possibile movimento ribassista individuato da qualche giorno il test di pochi minuti fa del supporto in area 1.3850 che se violato aprirebbe la strada per ulteriori ribassi con obiettivo il minimo settimanale in area 1.3750. Frenata dell'Euro anche contro lo yen che ritrova capacità di apprezzamento sulla rinnovata volatilità che ha colpito il mercato valutario: l'euro yen ritraccia nella settimana scorsa da 137.75 a 132.35 prima del rimbalzo poco oltre 135.00. Decisiva sarà la tenuta di questo livello di resistenza dalla quale si potrà definire con più chiarezza la direzione prossima del cambio e capire se gli sprazzi di fiducia per le prospettive economiche potrebbero dare la forza alla moneta unica per proseguire il trend rialzista e spingersi oltre il target 137.40, oppure lasciare spazio ad un ulteriore apprezzamento della divisa nipponica. Da seguire anche il movimento del Franco Svizzero nei confronti del Dollaro, il quale recupera qualcosa e si assesta poco sotto quota 1.0800. Si registra volatilità in particolare per la divisa elvetica sulla decisione della Banca Centrale Svizzera di mantenere invariato il tasso di riferimento. Il trend resta impostato al ribasso e si confronterà con il livello di supporto 1.0750 prima di un eventuale rottura e ulteriore ritracciamento in area 1.0650