Konosuba season 3 annunciata ufficialmente? Pare proprio di sì, finalmente: da Myanimelist possiamo leggere:

The Konosuba Channel from Isekai Museum livestream event announced a new anime project for Natsume Akatsuki's Kono Subarashii Sekai ni Shukufuku wo! (Konosuba: God's Blessing on This Wonderful World!) light novel on Sunday. The event also revealed a key visual.

Il canale di konosuba dall'evento livestream di Isekai Museum ha annunciato un nuovo progetto anime per Kono Subarashii Sekai ni Shukufuku wo! di Natsume Akatsuki. L'evento ha rivelato anche la prima Keyvisual.

Keyvisual che potete vedere come immagine di copertina di questo articolo o direttamente dal Twitter di konosubaanime che l'ha condivisa qualche ora fa, mentre se masticate un po' di giapponese parlato (beati voi!), non perdetevi il live stream di Kadokawa dal quale sono state estrapolate le informazioni:

Se non conoscete Konosuba, abbreviazione di Kono Subarashii Sekai ni Shukufuku wo!, è decisamente ora di rimediare alla mancanza, trattandosi di uno dei più apprezzati isekai in circolazione grazie soprattutto alla sua spiccata vena comica e al suo roster di personaggi ormai diventati iconici per i fan dell'animazione giapponese.

In attesa quindi di Konosuba 3, facciamo un ripasso di quello che è Kono Subarashii Sekai ni Shukufuku wo!, la splendida light novel di Natsume Akatsuki dal quale, per il momento, sono state estrapolate 2 serie anime, un manga, un movie per il cinema (Konosuba: Legend of Crimson) e uno smartphone game (Konosuba: Fantastic Days).

Konosuba: anime, light novel e manga

Konosuba, abbreviazione di Kono Subarashii Sekai ni Shukufuku wo! (sia benedetto questo mondo meraviglioso) nasce come light novel dalla penna di Natsume Akatsuki, accompagnata dalle splendide illustrazioni di Kurone Mishima e inizia la sua avventura editoriale grazie all'etichetta Kadokawa Sneaker Bunko nel 2013.

Prima di continuare, visto che sarà un termine utilizzatissimo parlando di Konosuba, è il caso di rispondere alla domanda "cos'è una light novel?"

Una light novel è semplicemente un romanzo in prosa pensato per un pubblico giovanile accompagnato da delle illustrazioni disegnate dallo scrittore stesso o, più spesso, da un illustratore esterno che si occupa esclusivamente delle stesse.

Ormai da qualche anno parecchi manga o anime che arrivano fin qui da noi sono nati come light novel per poi, visto l'estremo successo, essere trasportati in altri media: pensiamo allo stesso Konosuba, o a No Game No Life, per arrivare al più recente Overlord di Kugane Maruyama.

Fatta questa dovuta premessa, continuiamo il viaggio editoriale di Konosuba, che grazie al cielo ha avuto una strada molto meno tortuosa di quello che abbiamo visto su Fullmetal Alchemist.
La serie di romanzi si è infatti felicemente conclusa proprio l'anno scorso, nel maggio del 2020, dopo 17 volumi non prima dell'uscita di ben 3 spin-off:

  • Kono subarashii sekai ni bakuen wo! Akatsuki/Mishima
  • Kono kamen no akuma ni soudan wo!  Akatsuki/Mishima
  • Konosuba! - This Wonderful World Extra: Ano orokamono ni mo kyakkō wo! scritta invece da Hirukuma, autore di "I Reincarnated Into a Vending Machine" (sì, avete letto bene) e "The Skill Collector", illustrata da Yuuki Hagure.

Masashito Watari, già disegnatore di Shura Bara, sta attualmente portando avanti la serializzazione del manga di Konosuba sulla rivista Monthly Dragon Age dal settembre 2014 ed è tutt'ora in corso.
Per quanto riguarda l'Italia, potete già trovare nelle fumetterie i primi 2 volumi editi da Planet Manga sotto Panini Comics!

Arriviamo all'anime, ottimamente animato da Studio Deen e diventato quasi un cult, sebbene forse abbia addirittura meno seguito di quanto si meriterebbe davvero.
La prima stagione andò in onda nella stagione invernale 2016 comprensiva di 10 episodi, mentre la seconda, sempre di 10 episodi, andò in onda durante la stagione invernale del 2017.

Purtroppo l'unica possibilità di vedere Konosuba in streaming sub ita qui da noi è rivolgersi a qualche gruppo di fansub visto che nessuno ne ha acquisito i diritti di trasmissione. 

Konosuba: trama

Bene, arriviamo al succo della vicenda: cos'è konosuba?

La trama di Konosuba ruota intorno a Kazuma Sato, un hikikomori che viene investito da un camion nel tentativo di salvare una ragazza. Nell'aldilà, la Dea preposta al suo "passaggio" Aqua, gli spiegherà i motivi reali della sua dipartita, prendendolo ripetutamente in giro per le circostanze imbarazzanti per le quali Kazuma è realmente morto.

Esporrà poi a Kazuma la possibilità di reincarnarsi nel solito mondo fantasy con elementi GDR donandogli la possibilità di portarsi dietro un solo oggetto a scelta tra le innumerevoli armi e armature leggendarie che gli pone di fronte, ma il ragazzo, per vendicarsi delle prese in giro, sceglierà proprio la Dea che verrà quindi trascinata insieme a lui nella città di Axel, nell'altro mondo.

Senza un lavoro se non quello di uccidere il signore dei demoni, senza soldi e scarsi come poche cose, i due "eroi" s'iscrivono alla gilda degli avventurieri con Kazuma che riceve la classe "avventuriero" e delle statistiche abbastanza scarse se non in fortuna e intelligenza, mentre Aqua, più che una Dea, si rivelerà essere un capriccioso e inutile peso.

A Kazuma e Aqua si uniranno la maga nera Megumin e il cavaliere del sacro ordine di Eris Darkness, anch'esse avvolte da un'aura d'inutilità non indifferente. 

Presto si dimenticheranno del loro "lavoro" di uccidere il re demone, compresa Aqua, nonostante la dipartita del boss finale sia l'unico modo che ha per tornare al suo ruolo originario, ma gli eventi li faranno comunque scontrare con i suoi generali, volenti o nolenti.

Non posso fare altro che lasciarvi alla splendida, prima sigla d'apertura di Konosuba "Fantastic Dreamer", caricata da Crunchyroll Collection:

Konosuba: personaggi

  • Kazuma Sato

Il protagonista di Konosuba. Nonostante a prima vista sembri assolutamente il più stupido del gruppo è forse il più sveglio ed è lui a tirare fuori gli altri dalle situazioni peggiori.

Grazie alla sua peculiare classe che gli permette d'imparare sostanzialmente quello che vuole, riesce a creare una sorta di miscuglio tra ladro e mago, cosa che gli permette di rubare oggetti a distanza, essere un ottimo arciere e usare addirittura qualche magia.

Kazuma è una persona di buon cuore in fondo, come ha dimostrato in vita "sacrificandosi" per salvare una ragazza che rischiava di essere investita, anche se poi in realtà è morto per lo shock e il suo sacrificio non è servito a nulla. Si dimostra cinico e schietto e non si esime assolutamente dal ricordare costantemente ad Aqua e Megumin quanto siano inutili e a Darkness quanto trovi disgustoso il suo atteggiamento masochista, ma è innegabile quanto si affezioni al gruppo passando il tempo con loro.

Alla fine Kazuma si dimostra essere un ottimo leader ed è lui che escogita praticamente tutti i piani per tirare fuori il gruppo dai casini, non smettendo mai di lamentarsi di tutto.

Come avventuriero Kazuma non ha sostanzialmente limite a quello che può imparare. Al netto di ciò, allo stato attuale, possiede abilità e magie di sostanzialmente ogni classe possibile: il furto a distanza dei ladri, l'abilità in spade a una mano dei guerrieri, diverse magie da stregone, il tocco drenante dei non morti, la creazione di trappole dell'arciere e via dicendo.

È anche in possesso di una gloriosa spada leggendaria che Megumin, al momento della scelta del nome, battezza "chunchunmaru".

  • Aqua

Aqua era la Dea che aveva il compito di giudicare le anime degli umani da reincarnare nel mondo GDR prima che Kazuma la trascinasse con lui. È stupida, irascibile, capricciosa e viziata, ma grazie al suo status precedente e ai suoi poteri naturali le viene assegnata in automatico la classe Arciprete con statistiche diametralmente opposte a quelle del protagonista (tutte altissime tranne fortuna e intelligenza).

Dilapiderà più volte i soldi guadagnati dal gruppo e si concentrerà a imparare tecniche assolutamente inutili invece di skill in grado di essere effettivamente utili a qualcosa, ma almeno può resuscitare i morti, cosa che salva Kazuma non poche volte.

Probabilmente l'unico lato positivo del suo carattere è la sua estrema onestà. Aqua è incapace di mentire e quando ci prova ottiene risultati disastrosi, oltre al fatto che basta pochissimo per farle confessare qualsiasi cosa. 

  • Megumin

Il personaggio che forse più degli altri ha contribuito al successo della serie: Megumin è una maga nera discendente dai demoni cremisi. Essendo un membro del gruppo di Kazuma non poteva essere sicuramente normale, e infatti non lo è: Megumin non conosce nessuna magia tranne quella dell'esplosione e si rifiuta di impararne altre. 

L'esplosione generata dalla sua magia è potentissima, ma la prosciuga completamente, lasciandola mezza svenuta e inutile per tutto il resto della giornata.

  • Darkness

Darkness è fortissima e quasi invincibile, ma anche lei, come Megumin, fa parte del gruppo di Kazuma quindi del tutto normale non può essere. Darkness infatti è una masochista quindi gode parecchio nel farsi continuamente vessare dai mostri e risulta totalmente inutile in attacco in quanto, con la sua spada, non colpisce assolutamente nulla.

Konosuba: una breve recensione

Kono Subarashii Sekai ni Shukufuku wo! è un isekai che non si prende mai sul serio, prende tutti gli elementi dei normali isekai e li sovverte completamente. 
Konosuba è un anime che ha capito perfettamente la direzione da prendere per non annoiare mai e, a mio parere, questa direzione è il basare tutto sui personaggi e le loro interazioni piuttosto che le situazioni.

È esattamente lo stesso punto di forza che caratterizza un altro suo (sottovalutatissimo) collega molto simile: Cautious Hero: The Hero Is Overpowered but Overly Cautious, dove piuttosto che concentrarsi su fan service, tormentoni e cliché comici degli anime del genere "commedia" si basa tutto sull'aver creato ottimi personaggi e sostanzialmente far fare tutto a loro.

Nella massa degli isekai, che ormai sembra essere assolutamente il genere più inflazionato in terra nipponica, continua a essere ancora oggi una piacevolissima ventata d'aria fresca.

Parlando in senso più stretto dell'anime, oltre a seguire molto bene le novel, è aiutato da un cast di doppiatori eccezionali.
Lasciando perdere Rie Takahashi, doppiatrice di Megumin, che ritengo essere una delle migliori doppiatrici di anime e videogiochi in circolazione, oltre che essere un'ottima cantante, gli altri interpreti non sono assolutamente da meno.

Dopo aver sentito le prime lamentele di Kazuma interpretato da Jun Fukushima, non riesco neanche a immaginarmi un'altra voce per il personaggio e lo stesso discorso vale per Sora Amamiya nel ruolo di Aqua, ma del resto si sta parlando di un membro delle "Trysail", quindi c'è poco da discutere sulla bravura.

Un altro grande pregio di Konosuba è trovare sempre il modo di creare una storyline che inizialmente può sembrare quasi banale, ma svilupparla in modo da dare sempre qualcosa di nuovo e lo ha dimostrato con l'ottima seconda stagione dell'anime. 

Passiamo brevemente all'altra faccia della medaglia: le critiche alla realizzazione dell'anime ci sono, visto che alcuni fan hanno trovato sì buone le animazioni, meno alcuni disegni dei personaggi che si vanno a perdere durante alcuni frangenti.
Devo dire di non trovarmi d'accordo: è vero che a volte, soprattutto in alcune situazioni comiche, i disegni sembrano un po' stilizzati, ma rimane tutto coerente con ciò che si sta guardando e diventa quasi un modo in più per caratterizzare i protagonisti.

Insomma, lo studio d'animazione ha trovato un ottimo modo per risparmiare budget in determinati passaggi senza dare fastidio alla visione generale dell'anime.

Non vediamo quindi l'ora di assistere a Konosuba season 3, sperando che l'annuncio ufficiale arrivi in tempi brevissimi!