Possiedi delle vecchie console? Ecco quali sono quelle che valgono di più

Se in casa hai delle console per videogiochi un po' datate, magari in edizione particolare o limitata, e magari non le usi nemmeno più, ti starai chiedendo se rientrano tra quelle preziose: alcune lo sono, ecco le console che oggi valgono di più.

vecchie console per videogiochi che valgono di più

È normale fare un giro per casa passando in rassegna i vecchi oggetti, chiedendosi se oggi valgano qualcosa per i collezionisti; ed è normalissimo, anzi usuale, anche nel mondo dei videogiochi. Tanti pezzi prendono valore col tempo, e tra questi ci sono le console.

Alcune di esse sono diventate preziose, e anche se non è tanto comune, potrebbe capitare di ritrovarsele e poterne ricavare un bel gruzzolo. Scopriamo quali sono le console per videogiochi che oggi valgono di più.

Le console che valgono...di meno

Innanzitutto l'età non vuol dire sempre valore. L'aumento di valore si realizza quando un oggetto diventa difficilmente reperibile col tempo, e questo non accade con tutte le console passate per la lunga storia dei videogiochi.

Alcune, infatti, furono prodotte in quantità così grandi che non sono mai salite di valore. Un esempio sono i GameBoy tradizionali e i Nintendo DS di tutte le generazioni. Anche il primissimo modello, grassoccio e con schermo a pochi colori, resta oggi stabilmente sotto i 100 euro (e i negozi di retrogaming giapponesi ne hanno un'incetta).

Stesso discorso per la prima PlayStation, sia nel modello originale che nel successivo PSOne: il valore si aggira oggi tra i 30 e i 60 euro a seconda delle condizioni e dei pezzi originali disponibili, ma molto difficilmente va oltre, perché ne furono prodotte tantissime.

Tutto cambia, però, quando una qualsiasi console è sigillata o semiperfetta: la venderete sempre a un valore alto. O altrimenti, in diverse condizioni, se si tratta di un pezzo più particolare come quelli che stiamo per descrivere.

Valore più alto per la prima Xbox, alle stelle la Light Green

Xbox ha aumentato il suo valore nel tempo forse proprio perché ce ne furono in giro un po' di meno rispetto alla PlayStation, ma questo vale solo per il primissimo modello. Oggi può valere dai 50 agli oltre 200 euro, naturalmente a seconda dello stato di conservazione e degli accessori.

Va molto più su il prezzo di un'edizione limitata dedicata a Halo, con la cassa in verde semi-trasparente così come il suo joypad: può costare anche oltre 500 euro ad un collezionista sfegatato. Attenzione però: alcune di esse sono state modificate dagli utenti per poter essere utilizzate con una memoria molto ampia.

Da menzionare a titolo di curiosità (visto che nessuno può possederle) anche le varie Xbox dedicate allo staff che le ha prodotte, il cui valore potenziale è sconosciuto poiché non vengono quasi mai messe in vendita.

Le console Nintendo preziose: alcune potreste averle in casa

Se prima abbiamo parlato di Gameboy comunissimi, ce ne sono anche alcuni di valore. E si distingue un pezzo che potreste tranquillamente avere in casa, perché fu normalmente commercializzato anche in Italia.

Si tratta di Gameboy Mini, versione, appunto, miniaturizzata per alcuni specifici giochi Nintendo. Se in buone condizioni potreste piazzarla intorno ai 200 euro, se seminuova e magari tenuta nella scatola perché mai usata, anche a più del doppio!

Un'altra sorpresa potrebbero riservarla i Gameboy (specie Color o Advance) e Nintendo DS in edizione limitata, magari con decorazioni dedicate ad alcuni giochi storici. Quella col disegno di Charizard, venduta quasi solo in America, vale ad esempio parecchie centinaia di euro - ma accade anche con alcune console commercializzate qui in Italia.

Certo, il titolo di console Nintendo più preziosa se lo devono spartire altri modelli tuttora introvabili: il Gameboy Advance CoroCoro, in 30 pezzi solo in Giappone, che vale 5000 dollari; e il Gameboy Advance SP di Zelda, soprannominato Golden perché si dice fosse placcato in oro vero, che vale 8000 dollari.

Comunque, se siete videogiocatori già dagli anni Novanta, potreste avere in casa anche un vecchio Nintendo 64. Se quello base vale poco, si va già sulle centinaia con l'edizione dedicata a Pokémon Stadium, e a quasi 1000 euro per l'edizione "Hey Pikachu" che faceva interagire tramite un microfono col celebre mostriciattolo.

Le Playstation più preziose di sempre

L'ultima parte non poteva che essere dedicata alle mitiche console Sony. Come accennato, le versioni regolari valgono poche decine di euro, quindi per trovare delle curiosità dobbiamo spostarci sulle immancabili edizioni speciali.

Le PS2 Automotive Edition, ad esempio, sono una chicca prodotta in Giappone per festeggiare il traguardo dei 20 milioni di vendite. Ognuna delle 5 colorazioni costava al tempo circa 2000 euro, e oggi ce ne sono davvero pochissimi pezzi in circolazione.

Anche su pezzi più recenti c'è valore quando sono edizioni così uniche: la PS3 Slim in Final Fantasy XIII Lightning Edition oscilla dai 400 agli 800 euro circa a seconda delle condizioni, nonostante ce ne siano vari pezzi in vendita

Ma la corona di console Sony più preziosa va a un oggetto inestimabile, creato apposta per rivelarsi tale: PlayStation 10 Million, creata appunto per i 10 milioni di vendite, prodotta in 1 solo pezzo (al contrario dei 20 milioni) ed esposta solo alle mostre.