Autore: Imma Duni

La piaga del gioco d'azzardo tra i giovanissimi


Il gioco d'azzardo problematico riguarda ogni comportamento di gioco in grado di apportare cambiamenti negativi alla tua vita o nella vita delle persone a te vicine (come genitori, fratelli e sorelle o amici).

Se il gioco d'azzardo ti fa perdere la scuola o il lavoro, ti fa rompere relazioni con familiari, amici, ti fa chiedere denaro in prestito, è il tuo pensiero costante, beh hai un problema. 

Non bisogna però fare l'errore di credere che ogni persona che si avvicina al gioco d'azzardo diventi miracolosamente dipendente e problematico. Ci sono tantissime persone, la maggior parte direi, che gioca responsabilmente e  senza problemi. 

Ma per alcune persone, con personalità un po' più fragile, o che stanno vivendo periodi particolari della loro vita, il gioco d'azzardo potrebbe diventare una parte molto importante, anzi la più importante, rischiando così di diventare un problema serio.

I problemi di gioco possono variare da lievi a molto seri. Il gioco d'azzardo può causare problemi più lievi come pagare una bolletta in ritardo, ma a volte i problemi sono molto più seri: debiti, relazioni con familiari e amici incrinate o interrotte definitivamente, problemi di lavoro, problemi legali. 

Le caratteristiche del giocatore d'azzardo problematico

Ecco alcune carrateristiche che di solito un giocatore d'azzardo problematico ha:

1) Man mano che passa il tempo, gioca sempre più spesso e somme sempre più elevate;

2) Di solito nasconde questo "vizio" a familiari e amici e per farlo inizia a mentire, a volte spudoratamente;

3) Il gioco occupa la maggior parte dei suoi pensieri;

4) Prova rabbia e irrequietezza se non riesce a giocare;

5) Cerca soldi in prestito per poter puntare sempre di più;

6) Cerca di recuperare le perdite, rincorrendo delle vincite che non arrivano;

7) I debiti di gioco provocano depressione e attacchi di panico;

8) Ha pensieri di suicidio;

Il gioco d'azzardo, infatti, è la dipendenza che provoca maggiormente suicidi o tentativi di suicidi.

Chi ha maggiori probabilità di sviluppare problemi a causa del gioco d'azzardo?

Non c'è modo di sapere chi svilupperà un problema con il gioco d'azzardo. Chiunque giochi d'azzardo può sviluppare un problema di gioco.

Le persone con problemi di gioco possono essere ricche o povere, giovani o anziane, maschi o femmine; non c'è modo di dirlo in anticipo. Tantissime persone, come abbiamo accennato prima, giocano per anni senza mai diventare problematici.

Comprano un biglietto della lotteria o della lotteria, vanno all'ippodromo, a una serata bingo, e finisce lì. Quando il gioco è finito, passano ad altre attività serenamente.

Crescono sempre di più i problemi legati al gioco d'azzardo tra gli adolescenti

Gli adolescenti spesso vengono inizialmente coinvolti nel gioco d'azzardo con la convinzione di provare qualcosa di nuovo ed eccitante, per spirito di emulazione, per sentirsi grandi. Lo stesso sperito che porta i giovani a provare l'alcol o le droghe.

Secondo il rapporto 2019 della Gambling Commission, ben l'11% dei giovani in Gran Bretagna (l'equivalente di circa 350.000 tra gli 11 e i 16 anni) ha dichiarato di aver giocato d'azzardo nei sette giorni precedenti. Era più probabile che avessero giocato d'azzardo piuttosto che assunto droghe, fumato sigarette o svapato.

Anche qui da noi è presente questo problema. 

La ministra per le Politiche giovanili con la delega per le politiche antidroga, Fabiana Dadone ha affermato che il gioco d'azzardo è una pratica che "rientra tra i comportamenti a rischio assunti da una buona parte dei giovani: il 45,2% degli studenti, compresi i minorenni, ha giocato somme di denaro nel 2019, acquistando soprattutto 'gratta e vinci' e lotterie a vincita immediata, facendo scommesse, soprattutto sportive, giocando a carte, a Lotto e Superenalotto o ancora alle Slot machine/ Videolottery".

"L'accesso al gioco d'azzardo - ha sottolineato - è favorito dalla costante connessione a Internet: il 10,4% degli studenti tra i 15 e i 19 anni ha puntato soldi reali nel mondo virtuale accedendo attraverso lo smartphone, senza esclusione per i minorenni i quali, utilizzando un 'falso profilo' o quello di un genitore o di un maggiorenne, riescono a superare le restrizioni imposte dalla legge".  

Ora il gioco d'azzardo si è spostato online e ogni adolescente ha un telefono e una connessione internet, il che ha sicuramente aggravato il problema. Sappiamo che ci sono 55.000 bambini che sono giocatori d'azzardo problematici in questo paese. E molti di essi diventeranno giocatori adulti problematici.

Anche la pubblicità costante di questi tipi di gioco, con popup che si aprono all'improvviso, pubblicità colorate e attraenti, ha la sua parte di responsabilità nell'attirare i giovanissimi in questa rete. 

Il fenomeno è ovviamente peggiorato durante il lockdown, quando i ragazzi si sono rivolti ancora di più a internet per passare il tempo e hanno cercato forme di intrattenimento sempre nuove, tra cui proprio il gioco d'azzardo online.

Mentre, infatti, per un adolesente entrare in una sala scommesse e scommettere, o in una sala bingo, in un casinò, è alquanto difficile perché c'è un controllo dell'età molto rigido, online ogni barriera e ogni limite viene abbattuto.

Tra i siti di gioco online, non ci sono solo quelli autorizzati dallo Stato, che valgono il 7,2% del mercato complessivo, ci sono anche siti sommersi, rappresentato da portali non autorizzati che fanno capo a piattaforme gestite in altri Paesi, come Malta, e che spesso vengono gestiti dalla criminalità organizzata.

Gioco d'azzardo online fra gli adolescenti: la responsabilità del canale Twitch

Purtroppo in questo ultimo periodo sul canale Twitch sono cresciuti i profili di coloro che giocano a casinò virtuali online.

Sempre più streamer, perlopiù italiani, nfatti, trasmettono partite di giochi d'azzardo. Slot, roulette e blackjack sono a disposizione degli spettatori nostrani per 11 ore al giorno.

Live con picchi di decine di migliaia di spettatori, tra i quali ci sono minorenni perché nessuno controlla l'età. Possibile mai che questi contenuti siano legali? Non è una sorta di pubblicità del gioco d'zzardo? 

Il rischio che gli adolescenti vogliano emulare i loro beniamini è alto. Si rischia infatti di prendere una familiarità precoce con il gioco d'azzardo, di non vederci nulla di male, di credere all'illusione delle vincite facili e questo potrebbe far diventare irresistibile l'attrazione per il gioco d'azzardo.

Dopo la denuncia di alcuni streamer, Twitch ha assicurato che intraprenderà azioni di blocco verso chi trasmette  gioco d’azzardo se illegale nella propria giurisdizione e che si impegna costantemente a rivedere e perfezionare le linee guida per elmiinare comportamenti che danneggiano la loro comunità. 

Quali sono alcuni tipi di comportamento osservati nelle persone con problemi di gioco d'azzardo?

Ricorda che non tutti i giocatori d'azzardo sono giocatori d'azzardo problematici, e non tutte le persone con un problema di gioco d'azzardo mostreranno tutti questi tipi di comportamento. Diciamo che la maggior parte mostra alcuni dei comportamenti che elenchiamo di seguito:

1) Tentano di nascondere il vizio del gioco e lo sperpero di denaro;

2) Chiedono prestiti di denaro ad amici e parenti;

3) Sperano nella grande vincita che possa cambiare la loro vita;

4) Sono incapaci di ridurre il tempo passato a giocare, anzi diventano irritabili e irrequieti quando tentano di farlo;

5) Rincorrono le perdite, tentando di pareggiare i conti con una vincita che non arriva mai;

 

6) Sono soggetti a frequenti sbalzi di umore.

7) Si concentrano molto sulle vittorie e pochissimo sulle sconfitte, anche se possono decidere di tenerle entrambe nascoste agli altri;

8) Preferiscono giocare piuttosto che passare del tempo a casa o con amici;

9) Nel caso degli adolescenti, saltano la scuola per giocare d'azzardo;

Gioco d'azzardo tra adolescenti, anche Assoutenti lancia l'allarme

Nel nostro paese, denuncia Assoutenti, oltre 670mila minorenni hannno già giocato d'azzardo almeno una volta; circa 69mila studenti rientrano già nella categoria dei giocotori compulsivi e problematici.

Il gioco per questi ragazzi è già diventata un'ossessione e compromette le loro relazioni e il loro rendimento scolastico. La maggiore incidenza del comportamento problematico di gioco si registra tra gli studenti di sesso maschile, 5,3% contro lo 0,6% delle ragazze e maggiormente al Sud.

In testa alle preferenze dei sono le scommesse sportive (50,1%), poi vengono i giochi a base sportiva (21,9%), lotterie, scommesse virtuali e slot machine.

Quasi la metà di questi ragazzi inizia a giocare per curiosità, altri iniziano a giocare per divertimento e solo una minima parte inizia a giocare per noia.  

Per aiutare questi ragazzi e i loro genitori, è stato istituito il Telefono Verde Nazionale per le problematiche legate al gioco d’azzardo (TVNGA), 800558822 messo a disposizione dall’Iss.