Giovanni Lapidari

Mi chiamo Giovanni Lapidari. Ho 51 anni.
Opero nel settore finanziario dal 1979, anno nel quale ho iniziato il mio percorso lavorativo come impiegato in banca. Successivamente, dal 1987 al 2004 ho maturato alcune significative esperienze come promotore finanziario, e dall’aprile 2004 mi dedico a tempo pieno al trading. Svolgo attività di formazione individuale per trader e ho scritto alcuni articoli su Top Trader Magazine, quotidiano finanziario on line, su TrendOnLine e su Borsa e Finanza.



Adesso fanno seriamente a cazzotti

Mercati azionari che ieri hanno emesso il loro verdetto sulle trattative America/Cina.

Adesso fanno seriamente a cazzotti




Alta Formazione a cura di Giovanni Lapidari e Marco Tosoni

Due giorni di didattica e di strategie di investimento con Giovanni Lapidari e Marco Tosoni il cui obiettivo è di trasmettere tutte le esperienze di vita vissuta sui mercati finanziari.

GUARDA IL VIDEO

Toro seduto

La seduta da incubo di ieri sera, con un Nasdaq in performance negativa per oltre il 3% e forti volumi di vendite, non lascia ben sperare per la stagione delle trimestrali appena iniziata.

Toro seduto

Il semaforo delle borse passa dal Vix

Ci avviamo al termine di una settimana, sui principali mercati finanziari – e quindi non solo sui “classici” listini di borsa - dalla lettura complessa e al tempo stesso istruttiva.

Il semaforo delle borse passa dal Vix

Si balla, allacciate le cinture

Sicuramente la seduta di giovedì 13 verrà ricordata a lungo (per quanto la memoria degli operatori finanziari sia, alla bisogna, sufficientemente corta). Non è cosa di tutti i giorni infatti assistere a una escursione del Dax future di 300 punti, per non dire di Eurostoxx (89 punti).

Si balla, allacciate le cinture

Occhio, il Toro è un po’ stanco

Marzo è però anche il mese di scadenza derivati. Di norma si arriva a scadenza rispettando la tendenza dei 30 giorni precedenti. Noi pensiamo che a questi appuntamenti macro si arriverà con una certa stanchezza.

Occhio, il Toro è un po’ stanco

Borse a yo-yo, ma ancora su

Suggeriamo di non mettere in piedi più di 30 trade giornalieri: proprio perché blandi e sonnolenti (ma con punte di irrazionalità), i mercati richiedono altra concentrazione e posso rivelarsi faticosi.

Borse a yo-yo, ma ancora su

Borse, gli esami non finiscono mai

La correzione era attesa, quasi auspicata come pioggia benedetta per risanare campi di trading non profittevoli poiché coltivati con troppa scarsa volatilità.

Borse, gli esami non finiscono mai

Cautela, prima di tutto

Alla fine è arrivata. Secca, cattiva, con volumi di tutto rilievo e grafici che inequivocabilmente dimostrano quanti stop loss sono saltati e dove.

Cautela, prima di tutto

Malanni d’inverno

Che il 2014 sarebbe stato un anno meno “facile” – almeno sulle borse – non ci voleva la sfera di cristallo a prevederlo.

Malanni d’inverno

Parola d’ordine, ancora prudenza

Anche nel 2014 è facile prevedere che le Banche Centrali svolgeranno un ruolo di estrema tutela della stabilità dei mercati.

Parola d’ordine, ancora prudenza

Parola alla Fed, ultimo discorso di Bernanke

Insomma, è arrivato il momento di togliere le stampelle e provare a vedere che effetto fa camminare senza supporti.

Parola alla Fed, ultimo discorso di Bernanke

Mercati pazzi, con un fondo di saggezza

Può a lungo essere sostenuto questo trend, in regime di bassa volatilità? Certamente, no. E, ancora una volta, qualche indicazione in tal senso la offre l’analisi del Cfd sul Vix, su time frame a 4 ore, che pare adeguato a una visione di medio periodo.

Mercati pazzi, con un fondo di saggezza
apk