Analisi finanziaria

L'analisi finanziaria viene utilizzata per lo studio di un mercato o di un'azienda. L'analisi finanziaria può essere di tipo fondamentale se studia il bilancio, oppure di tipo tecnico se studia il grafico dei prezzi. I due tipi di analisi finanziaria, fondamentale e tecnica, sono completamente differenti tra di loro, quindi speculari, ma per certi versi sono anche complementari nell'ambito di prendere delle decisioni di investimento.

Nel dettaglio, l'analisi finanziaria di tipo fondamentale studia le grandezze finanziarie ed economiche di una società quotata al fine di determinarne il "giusto prezzo" di mercato che può anche differire, e di molto, dai valori correnti di borsa. Con l'analisi finanziaria di tipo tecnico, invece, si studia il grafico dato dalla variazione dei prezzi sul mercato al fine di ricavarne delle indicazioni, dei segnali operativi attendibili sull'evoluzione futura.

L'analisi finanziaria, inoltre, è utile ad avere anche un quadro completo sul tipo di azienda che si sta andando ad analizzare. Le varie enciclopedie presenti sul web, di fatti, nelle loro definizioni sembrano mettere in particolare evidenza questo aspetto specifico. Nel prossimo paragrafo, vedremo gli aspetti principali dell'analisi finanziaria all'interno della gestione aziendale.

Analisi finanziaria nella gestione aziendale

L'analisi finanziaria inserita in un contesto di gestione aziendale, riguarda essenzialmente tutta una serie di strategie e passaggi di cui tenere conto. Per esempio, una pratica particolarmente rinomata è quella di tenere conto dei vari bilanci presenti all'attivo.

In tal senso, l'enciclopedia di Treccani ha evidenziato tale aspetto con una certa enfasi. Citando quanto segue, possiamo arrivare ad intuire ciò:

L’a. f. si conduce tramite opportune riclassificazioni del bilancio d’esercizio, l’utilizzo di indici o quozienti (ottenuti rapportando le une alle altre le voci di stato patrimoniale e/o quelle di conto economico) e l’analisi dei flussi finanziari. 

Appurato quanto appena letto, nel prossimo paragrafo cercheremo di capire quale sia il tipo costrutto di analisi finanziaria più frequente. Naturalmente, frequenza relativa al netto di tutte le operazioni che si devono svolgere in un contesto simile.

Analisi finanziaria, tipi di classificazione

Nell'analisi finanziaria, esistono varie tipologie di classificazione. Quella più utilizzata, riguarda sicuramente quella funzionale, ovviamente rimanendo ancorati al settore economico. Parlando di indici di bilanci, invece, abbiamo dei dati molto più rilevanti di per sé.

Possiamo menzionare infatti degli indici equivalenti alla redittività, alla liqudiità e alla struttura degli stessi. Quelli citati, sono ovviamente dei capisaldi dell'analisi finanziaria, che come è facile intuire è un argomento dal tasso tecnico piuttosto elevato.

Analisi finanziaria, a cosa serve?

Potendo fare un esempio specifico analizzato dalla stessa fonte, possiamo notare come l'analisi finanziaria sia in grado di fornire agli analisti incaricati una quantità di dati non indifferente. Infatti, permette di capire il processo di trasformazione dei dati patrimoniali di un'azienda.

Riuscendo così a delineare un quadro approfondito ed esaustivo a riguardo.