Costo effettivo di interesse

Il Costo effettivo di interesse è un onere. Il Costo effettivo di interesse individua gli oneri che sono sostenuti da un cliente che contrae un prestito, e che sono comprensivi, oltre che degli interessi, anche delle spese procedurali, di eventuali penali ecc. Contrarre un prestito comporta l'impegno per il cliente bancario di onorare puntualmente i pagamenti delle rate la cui scadenza è definita da un piano di ammortamento noto a priori in quanto definito in sede di stipula. Il mancato pagamento delle rate porta alla morosità e, nei casi più gravi, anche ad uno stato di insolvenza che poi di norma preclude all'ottenimento in futuro di ulteriori prestiti in quanto, come si dice in gergo, si viene segnalati come cattivi pagatori nelle banche dati per l'accesso al credito chiamate centrali rischi.