Disinvestimento

Il Disinvestimento individua e genera un effetto negativo di tipo aziendale. Il Disinvestimento è in particolare l'effetto negativo legato alla contrazione dei capitali utilizzati da un’azienda per gli investimenti, o per supportare l’espansione dei processi produttivi. Periodicamente un'azienda deve effettuare investimenti sostanzialmente per due ragioni: cambiare i macchinari che con il tempo diventano inesorabilmente obsoleti, oppure si guastano; acquistare nuove attrezzature al fine di poter far leva su dei processi innovativi in grado di poter mantenere o incrementare la competitività sul mercato. Il mantenimento o l'incremento della competitività sul mercato permette all'impresa di mantenere e possibilmente incrementare il portafoglio di commesse anche attraverso l'acquisizione di nuovi clienti.