Gap positivo

Il Gap positivo è una condizione di portafoglio. Con il Gap positivo le attività finanziarie che sono sensibili ai tassi d’interesse sono superiori alle passività aventi la medesima scadenza. Se gli investimenti sono sensibili ai tassi di interesse questo significa in particolare che il loro valore di mercato è strettamente correlato al costo del denaro che viene periodicamente fissato dalla Banca centrale. Per l'Europa, ad esempio, a fissare periodicamente il costo del denaro c'è la Bce, la Banca centrale europea, mentre negli Stati Uniti questo ruolo viene esercitato dalla Fed, ovverosia dalla Federal Reserve. In regime di bassi tassi di interesse la politica monataria di una Banca centrale viene definita espansiva. Con l'innalzamento dei tassi di interesse, invece, la Banca centrale va a adottare una politica monetaria che viene invece definita come restrittiva.