Punto

Variazione minima in termini di prezzo o di valore nominale che un titolo, un future, o un’obbligazione può far registrare tra due quotazioni successive.