Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, trader-Directa SIM, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro riprende quota in avvio di ottava, riportandosi verso area 1,12. Sarà la volta buona per una rottura al rialzo di questa soglia?

Potrebbe anche essere la volta buona per assistere ad una rottura rialzista di ara 1,12, anche se il problema è che abbiamo sempre detto che tutte le considerazione erano valide al netto di eventi imprevedibili e imponderabili.

Lo scenario complessivo è tutto da verificare, perchè un nuovo catalizzatore si affaccia alla ribalta e mi riferisco alla crisi in Medio Oriente, area delicata soprattutto per il petrolio.

E' vero che l'euro-dollaro può attaccare la soglia degli 1,12, ma non mi sembra il tema prevalente questo ora, perchè è necessario che l'attenzione si focalizzi sulla situazione medio-orientale.

L'uccisione del generale Soleimani è un evento molto importante e apre le porte ad una potenziale escalation tra Stati Uniti e Iran che i mercati in qualche modo tenderanno a prezzare.

L'Iran ha minacciato forti ritorsioni nei confronti degli americani che a a loro volta hanno risposto con minacce ancora più elevate, alzando ulteriormente l'asticella.

Gli iraniani hanno già coinvolto Israele e sappiamo che non lontano da lì i turchi sono in Libia, quindi gli scenari mediorientali vanno dalla Cireanica sino all'Iran, passando per Turchia, Israele e Siria.

Quanto alle valute, le tensioni geopolitiche stanno favorendo acquisti di yen contro il dollaro, mentre per l'euro-dollaro no c'è una tendenza manifesta.