Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, trader-Directa SIM, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro è tornato un po' indietro in avvio di ottava, mantenendosi sopra quota 1,10. Si aspetta nuovi spunti al rialzo?

Il mercato in generale sta riprezzando lo scenario della Brexit per la quale è aumentata notevolmente la possibilità di un accordo rispetto al recente passato.

Questo sta favorendo una certa rivalutazione dell'euro che quindi ha recuperato un po' di terreno contro il dollaro.
Per questo cross considero ancora valido un target al rialzo in area 1,130 nel breve.

L'oro è tornato indietro e si è riportato a poca distanza dai 1.490 dollari. Quali le attese per le prossime giornate?

L'oro in questo momento è da vedere non tanto come un bene rifugio rispetto al rischio crisi dei mercati, ma come uno strumento che rappresenta un porto sicuro che di solito non attrae perchè privo di rendimento, ma in questo momento ha un certo appeal in quanto i bond hanno addirittura un rendimento negativo.

Per il gold segnalo ora un'area di supporto abbastanza vicina a 1.480/1.475 dollari, rotta la quale ci sarà spazio per una discesa delle quotazioni fino ad area 1.400 dollari.

Perchè l'oro continui a salire sarà necessario che i bond tornino a dei rendimenti più negativi di quelli attuali.
Ora il gold è dipendente più dai rendimenti dei titoli di Stato, in particolare da quelli americani, che dai mercati finanziari.