Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, trader-Directa SIM, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Lo spread e il rendimento del BTP a 10 anni sono tornati a calare dopo la pausa di ieri. Cosa aspettarsi dopo l'euforia alimentata dall'arrivo del nuovo Governo?

La motivazione per cui noi abbiamo avuto fino a poco fa uno spread così elevato rispetto agli altri Paesi europei non era legata al timore di una possibile insolvenza dell'Italia.

La ragione è da ricercare nel fatto che il nostro Paese avesse potuto ridenominare il suo debito perchè, per decisione propria o di altri, sarebbe uscita dall'euro.

Quello che veniva inteso come il sovranismo più pericoloso non era solo quello del M5S, ma soprattuto della Lega.
Visto che i pentastellati si sono in qualche modo allineati all'Europa a livello politico dando sostegno alla Commissione, e dato che il PD è un partito molto filoeuropeista, e considerando che il sovranismo di Salvini è messo in un angolo per ora, lo spread BTP-Bund rientra con decisione.

Non mi aspetto che raggiunga i livelli di Spagna e Portogallo, in primis perchè il M5S è comunque una forza un po' sovranista e per questo paghi un po' di dazio.

A ciò si aggiunga che il nuovo Governo deve dare prova di stabilità e la mia idea è che lo spread BTP-Bund possa scendere ulteriormente in base a come sarà composta la finanziaria: meno sarà a debito e più lo spread calerà.

La discesa sarà favorita anche da una prova di durabilità del Governo, con un progressivo allontanamento dello spauracchio di nuove elezioni che rimetterebbero in gioco la Lega di Salvini.