Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, trader-Directa SIM, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib continua a salire e nulla sembra fermare l'ascesa dei corsi. Dove potrà condurre il movimento in atto?

In più occasioni abbiamo evidenziato l'importanza del breakout rialzista da parte del Ftse Mib dei precedenti massimi dell'anno in area 22.350.

All'inizio avevamo anche segnalato che all'inizio c'era un po' di carenza di volumi a supporto, ma gli scambi si sono poi intensificati, complice anche il fermento che ha interessato Fca e di riflesso gli altri protagonisti della galassia Agnelli dopo l'annuncio della fusione con Peugeot.

Ci sono quindi tutti gli elementi positivi per sostenere questo rialzo, favorito anche da un ottimismo che interessa le altre Borse.

Il Ftse Mib si dirige ora verso il target dei 24.500 punti, dove incontrerà i massimi del 2018, un livello che non supera ormai dal 2009.

Anche se apparentemente i volumi di scambio non sono così elevati, il movimento rialzista di Piazza Affari sta risvegliando anche l'interesse sopito di chi magari non guardava più al trading da un po' di tempo.

C'è stato un aumento dei volumi nelle ultime sedute, basti pensare che ieri Piazza Affari ha registrato un controvalore degli scambi vicino ai 3 miliardi di euro, più del doppio di qualche giorno fa.