Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, trader-Directa SIM, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Piazza Affari sta vivendo una fase accentuata di negatività, complice anche la situazione politica in Italia. Qual è la sua view?

Nella sessione di mercoledì il Ftse Mib si è fermato a ridosso dei 20.000 punti e un'eventuale rottura di questa soglia vedrà come prossimo target area 19.500.

Questo è un livello molto importante per l'indice, perchè al di sotto dello stesso si aprirà un'altra voragine, con il rischio di un ritorno sui minimi dell'anno in area 18.000.

L'area dei 19.500 potrà essere raggiunta anche nel breve dal Ftse Mib se dovesse cadere il Governo, mentre se quest'ultimo dovesse cambiare colore, diventando M5S-Renzi, più che PD, questo potrebbe fare bene ai mercati finanziari che vedrebbero un esecutivo più disposto a dialogare con l'Unione europea e quindi meno soggetto ad attacchi allo spread.

Credo che anche il Capo dello Stato sia più propenso ad un Governo di questo tipo che sistemi la faccenda dell'IVA e magari faccia una patrimoniale che vada  a colpire veramente i ricchi o presunti tali.

Questo permetterebbe al Movimento 5 Stelle e al Partito di Democratico di non perdere consenso più di tanto.

Secondo me i mercati finanziari temono più elezioni che vedono Salvini potenziale e quasi certo vincitore, piuttosto che una prosecuzione dell'attuale legislatura con un Governo che sarebbe sì M5S-PD, ma molto più vicino all'Unione europea.