Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, professional trader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib ha perso terreno dopo essersi avvicinato ad area 25.500. E' giunto il momento di una pausa del rialzo o si continuerà a salire nel breve?

Come avevamo già detto in più occasioni, era palese che il Ftse Mib potesse correre al rialzo dopo la rottura dell'importante ostacolo dei 24.500/24.600 punti. 

La salita è stata rilevante e la natura umana ti fa pensare che le cose, quando vanno tropo in fretta, possono un po' arenarsi in seguito.

C'è da dire in ogni caso che non è che le motivazioni grafiche che c'erano 10 giorni a sostegno del rialzo ora non ci siano più.

Certo oggi uno potrebbe iniziare a dire che un po' di storno potrebbe essere anche salutare a Piazza Affari.
I prezzi si sono evoluti molto in fretta al rialzo, ma in realtà la maggiore parte degli operatori ha ancora dimestichezza con quei valori rispetto ai quali l'indice si è congestionato a lungo.

Di fatto è questa la motivazione per cui, se dovesse esserci qualche condizione scatenante tale far partire le vendite, la discesa del Ftse Mib potrebbe essere molto rapida al pari di quanto è stata la salita.

In sostanza, se dovesse arrivare qualcosa che fa scendere i mercati, potremmo assistere a qualcosa che poi noi chiameremmo pull-back nei grafici.

Bisogna navigare a vista perchè le condizioni attuali sono quelli per cui le Borse vanno avanti, ma se arriva qualcosa di importante allora cambia tutto.