Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, trader-Directa SIM, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta provando a difendere la soglia dei 21.000 punti in attesa di novità dal G20 che avrà inizio domani. Cosa aspettarsi ora?

A Piazza Affari c'è da segnalare in primis un problema, rappresentato dalla totale assenza di volumi di scambio.
Osservando le ultime cinque sedute di Borsa, escludendo quella di venerdì scorso quando c'erano le scadenze tecniche, si nota che il mercato che non è riuscito nemmeno ad arrivare a 2 miliardi di euro di scambi.

C'è quasi una sorta di equilibrio tra titoli in rialzo e in ribasso e questo è proprio tipico quando c'è un'altalena tra la volatilità che abbiamo visto in autunno-inverno scorso e quella quasi inesistenti di adesso.

Quest'ultima è l'anticamera di solito di decisioni importanti e ora ci si trova in un mercato che di fatto si aspetta un evento che si presenti come la possibilità di trovare un innesco per muoversi.

C'è da dice che alcuni market movers potenziali nei fatti si rivelano non tali e ora tutti i mercati sono fermi in attesa del G20 che avrà inizio domani.

L'incontro tra il presidente Trump e il suo omologo cinese tiene tutti con il fiato sospeso e se il G20 si risolverà con un nulla di fatto allora i mercati scivoleranno al prossimo market mover.

Mi aspetto che prima o poi ci sia un innesco che generi una forte volatilità e il primo potenziale innesco è il G20 che però potrebbe anche non portare niente.