Borse: toro correrà ancora. Eur/USD Petrolio e Oro che fare?

Le Borse sono ben impostate per portare avanti il trend in atto, anche se alcuni indici appaiono più titubanti di altri. La view di Alessandro Cocco.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, CEO di Unicron Associates, al quale abbiamo rivolto delle domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro ha ritracciato un po' dai recenti top, mantenendosi per ora intorno a quota 1,21. Vede ancora spazio al rialzo?

Per l'euro-dollaro segnalo un supporto a 1,2076 che coincide sostanzialmente con i minimi di ieri.

Fino a quando le quotazioni si manterranno al di sopra di tale soglia, il cross avrà la possibilità di raggiungere il primo target già segnalato nell'ultima intervista a quota 1,225.

Per me l'euro-dollaro può continuare a salire, ma sarà bene fare attenzione alla tenuta del supporto a 1,2076, sotto cui si potrebbe assistere ad un cedimento verso 1,195/1,194.

La mia view resta positiva sull'euro-dollaro perchè il trend è abbastanza ben definito e c'è ancora forza, motivo per cui credo probabile un allungo verso area 1,225, previo superamento di quota 1,2178.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del petrolio e quali le sue previsioni nel breve?

Fino a quando il petrolio si manterrà sopra quota 43,8 dollari non ci sarà nulla di cui preoccuparsi. Ora l'oro nero sta facendo una congestione tra i 43,8 dollari e i massimi del 4 dicembre in area 46,75 dollari.

Con la tenuta del supporto però il petrolio manterrà intatte le chance di andare a rompere la resistenza a 46,75 dollari, oltre cui potrà salire verso  i 49,7/50 dollari.

Se al contrario non dovesse reggere il supporto a 43,8 dollari, l'oro nero potrebbe scendere verso i 41,28 dollari, ma anche per il petrolio la mia view è rialzista al momento.

L'oro sta scendendo verso area 1.850 dollari. Si aspetta nuovi cali nelle prossime giornate?

L'oro ha raggiunto e superato la resistenza target dei 1.849/1.850 dollari, verso la quale ora potrebbe realizzare un pull-back, senza riportarsi necessariamente al di sotto della stessa.

Su tenuta di area 1.850 dollari l'oro potrà tornare ad attaccare i massimi di ieri in area 1.875 dollari, oltre cui punterà alla resistenza a 1.899 dollari.

Sarà questo l'ultimo ostacolo da abbattere per poter assistere ad un ritorno dell'oro in area 1.950 dollari.

Se al contrario si dovesse scendere sotto area 1.850 dollari, per il gold si profilerebbe il rischio di un ritracciamento fin verso i 1.803/1.800 dollari.

Alla luce di quanto detto fino ad ora, quali indicazioni ci può fornire per le Borse?

Le Borse sono tutte ben intonate e l'impostazione attuale lascia pensare ad una prosecuzione del trend rialzista in essere.

A Wall Street gli indici stanno performando bene, mentre i listini europei appaiono meno volatili e più stabili a livello di prezzi.

Anche le Borse del Vecchio Continente sembrano voler portare avanti il trend in atto, mentre quello che appare un po' più titubante degli altri è il Dax.

In generale mi aspetto nuovi progressi per l'azionario, anche per quei mercati che stanno facendo un po' più fatica ad allungare il passo in questa fase.