In caso contrario, il titolo, che è in forte ipercomprato di medio e lungo termine, potrebbe scivolare verso i 230/240 dollari.

I mercati europei dovrebbero di conseguenza replicare in perfetto effetto domino, con variazioni più significative per il Dax ed a seguire per il CAC40.

Il Ftse Mib si è mostrato incapace per ora di aggiornare i massimi dell'anno, senza tuttavia registrare particolari cali. Quali i possibili movimenti per le prossime sedute?

Per Piazza Affari il fattore dominante resta sempre l'instabilità politica e una volta che il future sul Ftse Mib con scadenza marzo, che presto andrà a sostituire la scadenza dicembre, avrà violato la ribasso la soglia psicologica dei 23.000 punti, si dirigerà verso i 22.800/22.900 punti.

In caso di ulteriore "getto della spugna" del nuovo Governo Conte, potremmo vedere il future anche in area 22.200/22.300.

Vorresti scoprire come trarre il massimo profitto da Piazza Affari?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com