Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

I mercati azionari continuano a mostrare grande forza, cavalcando alcune indicazioni positive su più fronti. C’è ancora spazio al rialzo nel breve?

Ancora una serie di cause ha fatto progredire sia Wall Street che le Borse europee.

Nella seduta di ieri i tre indici principali americani hanno aggiornato i loro massimi storici, con il Nasdaq Composite che ha performato meglio degli altri, grazie anche alla spinta del titolo principe, Apple, che ormai ha raggiunto e superato i 250 dollari e sta trascinando tutto il comparto tecnologico.

Che pensare? Che sia l'ennesima trappola del toro, per sprovveduti tonnetti, ingolositi dall'esca e spinti a comprare per paura di perdere un occasione?

Diversi i fattori che alimentano il rialzo, a partire dall'eccessivo uso delle manovre FED sui tassi, voluti a gran voce dalla Casa Bianca.

A ciò si aggiunge anche la pessima e smodata abitudine di ingolosire gli azionisti con artificiosi dividendi e soprattutto con acquisto di azioni proprie da parte delle aziende, dopando così un mercato già fin troppo "tirato".

Il fattore psicologico e la convinzione che agita gli investitori, the trend is the best friend, fanno il resto.

La molla pare carica e possiamo solo suggerire, soprattutto per l'azionario Usa, di incrementare l'uso delle opzioni a copertura, o di utilizzare solamente le stesse.