Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.
Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

Ormai da metà novembre il Ftse Mib continua a muoversi tra i 22.000 e i 22.500 punti senza riuscire ad esprimere una precisa direzionalità. Questo trading range ci accompagnerà ancora nel breve o si aspetta sviluppi diversi?

Si purtroppo o per fortuna, in quest'ultimo caso per i ripetuti e sistematici guadagni dei nostri abbonati, il future sul Ftse Mib con scadenza marzo, che e quello che ormai principalmente analizziamo, continuerà a oscillare nel breve, fra 22.000 e 22.500 punti.

Nel medio termine, dopo il passaggio al nuovo anno, si potranno verificare brevi e veloci estensioni anche intraday, sotto 21.800 o sopra 22.900 punti, fino a anche ai livelli di 20.500 e 23.500 punti, ma più verosimilmente verso i primi.
Saranno buone occasioni per tradare il future con vendita di opzioni marzo e scadenze successive su strike 24.000 call e 20.000 put.

Ferrari e Brembo si stanno allontanando progressivamente entrambi dai rispettivi massimi storici, dopo aver regalato tante soddisfazioni agli investitori. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

Decisamente, come già risposto in precedenti interviste, alleggeriremmo Ferrari giunta in forte ipercomprato, sopratutto con la quotazione Usa.

Saremmo al contrario compratori di Brembo, sopratutto in area 12,80 euro, in avvicinamento al forte supporto di 12,60 euro. Vendere poi su rimbalzo verso le prime resistenze di 13,20 euro, opzioni call strike 13,60/14 con scadenza marzo e successive.