Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

I dati sul lavoro Usa diffusi venerdì stanno alimentando alcuni dubbi sulle prossime mosse della Fed in tema di tassi. Quali le sue attese su questo fronte e cosa prevede per le Borse a breve?

In effetti, dopo i dati di venerdì sul lavoro negli Usa, molto sopra le stime, quella che doveva essere una scontata previsione, si è tramutata in una improbabile possibilità.

Fino a giovedì i mercati scontavano un taglio dei tassi da parte della Fed dello 0,50% entro fine luglio.

Ora tutto ciò ci pare una previsione azzardata e stimiamo a malapena un taglio dello 0,25%, nonostante il diktat Trumpiano verso la FED, più strillato che mai, per un più deciso e continuo ribasso del costo del denaro.

Il dollaro nel frattempo era passato in settimana da poco oltre 1,14 contro euro, a poco sopra quota 1,12.

I vari indici azionari Usa rimangono per il momento orfani da mercoledì pomeriggio di scambi attendibili, per via del lungo ponte dell'Indipendence day, con le quotazioni poco sotto i massimi assoluti di metà settimana.
A cascata ed a traino tutti gli altri mercati azionari, nel bene e nel male.

A Piazza Affari il Ftse Mib ha registrato un bel balzo in avanti spingendosi su nuovi massimi dell’anno. La positività in atto durerà ancora nel breve?