Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

Le Borse UE e Usa stanno risalendo la china incoraggiate dai segnali accomodanti della Fed e della BCE. Il recupero in atto potrà proseguire nel breve?

Ci sono troppe argomentazioni per far sì che il trend di ripresa dei mercati azionari Usa possano ancora progredire.
Ovviamente mi riferisco in primis ai continui buoni dati macro che sforna settimanalmente l'economia Usa.

A ciò si aggiunga il superamenti in velocità da parte dell'S&P500 della resistenza tecnica di area 2.840, precedentemente supporto molto importante.

Da non dimenticare inoltre la relativa debolezza del dollaro contro euro, giunto nell'intraday di venerdì scorso anche a quota 1,1350, anche se il cross rimane sempre nel bel range molto controllato fra 1,1150 e 1,1320.

Alle motivazioni appena esposte, si aggiunge, di fondo, la mancanza oggettiva di altre minacce che Trump possa partorire e che al momento si possano immaginare.

Tutto quello che potrà venire quindi, non potrà che essere positivo, con una tattica ormai molto ben "oliata" dal ruvido Trump.

La FED pare in questo contesto rimanere neutra: da una parte non tocca nulla, ma dall'altra pare essere aperta a qualsiasi possibilità, addirittura ad una riduzione dei tassi di interese, anche a breve.

Di conseguenza i mercati azionari brindano!
Non possiamo che aspettarci ancora positività dai mercati Usa, chiaramente così a lungo dopati, con la previsione di un nuovo avvicinamento ai massimi storici, a quota 26.900 punti per il Dow Jones è in area 2.945 per l'S&P500.