Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari. Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

La volatilità e l’incertezza continuano a dominare la scena sulle Borse UE e Usa. Cosa ci si può attendere nelle prossime sedute?

E' veramente molto difficile che si possa verificare, a 7 giorni dal responso elettorale europeo, un serio e sostenibile movimento rialzista delle Borse.

Questo per via di troppe incertezze e della ripresa di un'alta volatilità, cui si aggiunge a Piazza Affari l'effetto legato all'importante primo stacco cedole, cui farà seguito quello di giugno, senza dimenticare una probabile caduta dell'attuale Governo in Italia, con possibili elezioni entro settembre.

Il responso elettorale del 26 maggio avrà effetti immediati sui mercati europei, ed a cascata sulle valute, con l'indebolimento dell'euro e un rafforzamento del dollaro e relativo effetto domino sulle monete asiatiche.

Più che per l'oro, ci sarà da temere un indebolimento del petrolio, con riflessi su tutte le Borse, incominciando da quelle Usa, se non interverrà un taglio dei tassi di interesse da parte della Fed, imprevisto fino a poche settimane fa.

A Piazza Affari il Ftse Mib ha reagito dai minimi raggiunti di recente a poca distanza da quota 20.500. Ci sono le condizioni per ulteriori recuperi nel breve?