Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto delle domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro si sta nuovamente indebolendo dopo il recupero partito dai minimi delle ultime sedute. Cosa aspettarsi nel breve?

In linea con quanto avevamo anticipato nell'ultima intervista, quando avevamo parlato della possibilità di ulteriori cali, l'euro-dollaro è è andato a cadere sulla trendline da cui ha rimbalzato.

Il cross ha provato a superare la prima resistenza a 1,15, toccando un massimo intraday a ridosso di 1,17, salvo poi tornare indietro.

L'attenzione andrà rivolta ora al supporto a 1,118, la cui violazione potrebbe spingere l'euro-dollaro verso area 1,11/1,1085.

Al di sotto di quest'ultima soglia si potranno aprire posizioni short con target in area 1,10.
Solo con un superamento dei massimi odierni a 1,172 il cross potrà salire a quota 1,12 prima e in seguito in direzione di area 1,124/1,125.

La mia view ora sull'euro-dollaro è costruttiva e credo che ci siano ancora margini per ulteriori recuperi, a patto che non siano violati i supporti di cui parlavo prima, con primo target in area 1,12.

C'è da dire che il trend ribassista di lungo periodo sembra essere terminato e ora siamo in una fase in cui l'euro-dollaro dovrebbe tornare a salire, quadro macro permettendo.

Vorresti imparare a leggere i segnali dal quadro intermarket?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com