Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Il Ftse Mib continua a perdere terreno dopo il calo di ieri partito dopo il fallito test di area 20.000. Prevede ulteriori flessioni nelle prossime sedute?

Dall'analisi del grafico e dando uno sguardo anche agli altri indici azionari, mi aspetto che anche nelle prossime giornate il Ftse Mib continui a perdere terreno, almeno fino a metà della prossima settimana.

Il primo supporto di rilievo è in area 19.200, rotto il quale l'attenzione andrà spostata sul sostegno successivo dei 18.800 punti. In caso di violazione anche di questa soglia il focus sarà sul supporto dei 18.400, sotto cui la discesa proseguirà in direzione dei minimi di fine 2018 in area 18.000.

Sono questi potenziali target della correzione partita dai 20.000 punti ieri e in corrispondenza delle soglie appena segnalate non saranno da escludere tentativi di rimbalzo da parte dell'indice.

Nell'immediato la soglia dei 19.200 potrebbe anche arginare la discesa dei corsi e con un recupero da questi valori sarà credibile un ritorno del Ftse Mib in direzione di area 20.000.

Oltre questo ostacolo si apriranno interessanti scenari rialzisti con primo target a 20.400 punti e obiettivo successivo in area 20.800, senza escludere allunghi fino ai 21.200 punti, raggiunti i quali il mercato prenderà un po' di respiro.