Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Il Ftse Mib si avvia a concludere una settimana negativa dopo aver fallito oggi il tentativo di riconquistare area 21.000. La discesa delle ultime sedute è destinata a proseguire?

Il Ftse Mib nella seduta di ieri ha trovato un supporto in area 20.800 da cui ha provato a rimbalzare oggi verso area 21.00, per poi rimangiarsi buona parte del progresso.

Non è da escludere che l'indice possa anche raggiungere la prossima soglia di supporto in area 20.600, senza escludere estensioni fin verso area 20.400, previo abbandono dei minimi di ieri poco sotto i 20.800 punti.

In caso di violazione dei 20.400 il Ftse Mib potrebbe arretrare verso i 20.250 punti, dove troviamo un importante supporto, rotto il quale ci sarà spazio fino ad area 19.600.

Nel caso in cui il Ftse Mib dovesse violare i massimi di ieri in area 21.100, si andrebbe dapprima a chiudere il gap in area 21.250. Al superamento di questa soglia l'indice allungherà verso i 21.750 punti prima e in seguito allungherà il passo in direzione dei massimi dell'anno intorno ad area 22.000.

La mia idea è che il Ftse Mib si trovi ora a ridosso di supporti da cui potrebbe anche ripartire al rialzo, considerando anche l'Rsi è entrato in ipervenduto e questo potrebbe favorire un rimbalzo, con un potenziale ritorno verso i massimi in area 22.000.