Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Il Ftse Mib sta vivendo un'altra seduta in salita con un ritorno oltre quota 22.000. Il movimento in atto è destinato a proseguire nel breve?

Il Ftse Mib ha violato la soglia dei 21.800 punti che avrebbe potuto frenare la sua ascesa, ma così non è stato.
L'indice si sta spingendo anche oltre area 22.000 e potrebbe continuare a salire nel breve, con primo step in area 22.200 e obiettivo successivo sui massimi dell'anno a 22.350/22.360 punti.

Sarà quest'ultimo il livello da violare con forza per poter assistere ad ulteriori allunghi del Ftse Mib verso la soglia dei 22.800 punti.

Non è da escludere però che massimi dell'anno in area 22.350 potrebbero frenare l'ascesa dell'indice e favorire un ritorno dei corsi verso il basso.

In caso di discese al di sotto dei 22.000 punti, per il Ftse Mib segnaliamo un primo supporto in area 21.750, sostanzialmente sui valori del close di ieri.

Una discesa verso la soglia appena indicata porterà alla chiusura del piccolo gap-up lasciato aperto oggi, mentre arretramenti sotto i 21.750 punti apriranno le porte ad una flessione verso i 21.200 punti prima e più in là nel tempo verso il terzo supporto in area 20.800, piuttosto lontano dai livelli attuali.

Al momento mantengo una view rialzista sul Ftse Mib almeno fino al raggiungimento dei massimi dell'anno in area 22.300/22.350, dove si giocherà la partita più importante del mercato.