Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Il Ftse Mib sta attaccando nuovamente i massimi della scorsa settimana in area 24.150. Si aspetta ulteriori allunghi nel breve?

C'è da considerare che ieri Wall Street ha vissuto una bella seduta, con i tre indici principali che hanno segnato nuovi massimi storici.

Quest'oggi stanno provando ad allungare ulteriormente il passo, offrendo un sostegno alle Borse europe che al momento si mantengono a ridosso dei massimi intraday.

Anche a Piazza Affari il Ftse Mib è al test dei massimi di periodo raggiunti la scorsa settimana, violati solo parzialmente per ora.

Confermiamo quindi i target al rialzo già evidenziati nell'ultima intervista, con primo obiettivo a 24.540/24.550 punti, dove troverà i massimi del 2018 e appena sopra, a 24.562 punti, si confronterà con i top del 2009.

Questa fascia di prezzo si configura come un'importante resistenza, ma vista l'impostazione generale degli altri mercati, non escludo che questa possa essere la volta buona che il Ftse Mib riesca a violare questa forte barriera che lo costringe a rimanere al di sotto ormai da un decennio.

Un'ulteriore spinta al rialzo per il nostro indice potrebbe arrivare solo dagli altri mercati azionari, visto che non si può confidare in un aiuto dal fronte macro italiano.

Per il Ftse Mib il prossimo ostacolo al rialzo è dato dai top del 2018 e del 2009, mentre al ribasso il primo supporto è in area 24.000/24.030.