Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Il Ftse Mib ha rimbalzato dall'area dei 20.600 da le indicata come primo step ribassista nell'ultima intervista. A questo punto il recupero potrà andare avanti nel breve?

Dopo il buon rialzo di ieri il Ftse Mib sta tirando un po' il fiato oggi, appesantito soprattutto dall'andamento negativo dei titoli del settore bancario. Non escludo che l'indice possa continuare a recuperare terreno la prossima settimana, ma nel breve sarà cruciale la tenuta dei recenti minimi.

In caso di discese al di sotto dei 20.560 punti il Ftse Mib potrebbe scendere verso area 20.000 in prima battuta, con possibili accelerazioni ribassiste fin verso la soglia dei 19.600 nel peggiore dei casi.

Ricordo che lunedì c'è l'appuntamento con lo stacco dei dividendi da parte di 21 blue chips che dovrebbe impattare negativamente sul Ftse Mib nell'ordine di oltre il 2%.

Questo avvicinerà nuovamente le quotazioni ad area 20.500, da cui le quotazioni potrebbero anche ripartire, salvo la tenuta dei 20.550/20.400 punti. Da questi livelli è possibile una ripresa degli acquisti e in caso di ritorni sopra i 21.000/21.100 il Ftse Mib potrà puntare alla chiusura del gap lasciato aperto a ridosso di area 21.700.