Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Il Ftse Mib continua a mostrare un andamento incerto dopo la mancata violazione di area 22.000. Quali scenari è possibile ipotizzare per le prossime sedute?

Lo scenario macro non è certo dei migliori, anche se in America gli ultimi dati sono stati buoni, mentre è ben diversa la situazione in Europa, basti pensare agli ultimi aggiornamenti diffusi in Germania.

Questo ha contribuito ad appesantire l'euro nei confronti del dollaro e qualche riflesso si è avuto anche sui mercati azionari.

Ricordo che domenica si terranno le elezioni in Spagna e la mia idea è che le Borse al momento stiano frenando un po' alla luce di queste problematiche.

A Piazza Affari fino a quando il Ftse Mib si manterrà al di sopra dei 21.480 punti si può stare in qualche modo tranquilli, visto che sarà ancora possibile una ripartenza al rialzo.

Un rimbalzo dai valori attuali potrebbe condurre l'indice verso i 22.000 punti prima e in seguito in direzione di area 22.200, ma per ora mi sembra difficile che quest'ultimo livello venga violato al rialzo.

Perchè ciò accada dovranno essere diffusi dei dati macro particolarmente positivi e sorprendenti e gli indici azionari Usa dovranno segnare nuovi massimi di sempre, trainando così anche il nostro mercato.