Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto delle domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.

Wall Street continua ad arretrare anche oggi sulla scia delle rinnovate tensioni commerciali. Il ribasso in atto è destinato a proseguire?

A Wall Street l'ultimo trend di ottobre-novembre è stato violato con la seduta negativa di ieri, ma per i tre indici principali troviamo ancora un supporto che potrebbe tenere i prezzi.

Si può individuare ora un range in cui si potrà creare una congestione se i supporti non saranno bucati.
Ora la view è maggiormente negativa sui tre indici Usa, per i quali però non sarà da escludere a priori la possibilità di una ripresa che li riporti sui massimi.

Nel breve però sono prevalenti i rischi al ribasso e Wall Street può continuare a scendere ulteriormente dai valori attuali.

L'S&P500 ha violato oggi il supporto a 3.091 punti e solo con un ritorno al di sopra di tale soglia si potrà confidare in un tentativo di recupero, in presenza del quale si potrà avere una view più laterale che ribassista.

Con la conferma della violazione dei 3.091 punti l'S&P500 potrà scivolare verso i 3.040/3.030 punti, sui precedenti massimi storici raggiunti prima di quest'ultima gamba rialzista.

Solo con un ritorno al di sopra dei 3.150 punti, al momento poco probabile, si potrà avere un allungo dell'S&P500 fino ad area 3.200.

Il Dow Jones sta mettendo sotto pressione il supporto a 27.375 punti, abbandonato il quale si sposterà l'attenzione sui 27.070 punti.