Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto delle domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.

Dopo il nervosismo mostrato ieri, oggi Wall Street mostra un andamento debole e incerto almeno in queste prime battute. Si aspetta ancora positività per i tre indici Usa?

La seduta di ieri a mio avviso ha inviato alcuni segnali di stanchezza da parte degli indici azionari Usa che nella seconda metà della giornata sono riusciti a risalire la china, pur chiudendo gli scambi in rosso.

Sarà importante ora monitorare l'andamento della sessione odierna per vedere se i listini si spingeranno nuovamente in direzione dei minimi di ieri o piuttosto risaliranno la china verso i massimi, oltre i quali si potrebbe avere un segnale di ripartenza dopo l'incertezza della vigilia.

Sembra che Wall Street ieri abbia inviato una prima avvisaglia di un possibile cedimento o di un andamento laterale nel breve, fermo restando che in generale la view rimane al momento positiva, fino a quando non assisteremo alla violazione di supporti sensibili.

Guardando da vicino all'S&P500, segnalo al ribasso un primo sostegno a 2.775 punti, rotti i quali si guarderà ai 2.725 punti prima e ai 2.675 punti in un secondo momento.

Se nella seduta odierna saranno violati i massimi di ieri in area 2.817, l'indice continuerà a cavalcare il trend in atto con primo target nell'area resistenziale tra i 2.875 e i 2.925 punti.

Il Dow Jones ieri ha recuperato meno dai minimi rispetto all'S&P500 e non è da escludere un'ulteriore flessione nel breve. Il primo livello da violare al ribasso è quello dei 25.600 punti, sotto cui la discesa proseguirà verso area 25.000/24.800.