Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto delle domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.

Wall Street ieri ha dato vita subito ad un recupero dopo il calo di venerdì scorso alimentato dalle tensioni Usa-Iran. Quali le sue attese per le prossime sedute?

Come abbiamo visto in queste ultime due giornate, al momento la reazione del mercato azionario Usa alle tensioni geopolitiche delle ultime giornate è stata molto limitata.

Il trend dei tre indici principali si conferma decisamente long e le attese sono per una prosecuzione del rialzo nel breve.

La strategia suggerita è di prendere i massimi storici come punto di ingresso per ulteriori posizioni long, mentre i minimi più vicini vanno assunti come supporto da monitorare con attenzione per verificare un eventuale cedimento del trend o meno.

I tre indici principali si mantengono al momento sopra i supporti e in caso di rottura degli ultimi record storici andranno a confermare una view rialzista già molto chiara e definita.

Nel breve sarà importante vedere quale sarà l'evoluzione dello scontro tra Stati Uniti e Iran, tenendo presente che al momento l'impatto su Wall Street è stato praticamente nullo.

Per ora il mercato non sconta scenari negativi, ma sarà bene in ogni caso non abbassare la guardia, fermo restando che l'impostazione di Wall Street resta decisamente bullish.

Il Dow Jones oltre i massimi storici a 28.872 punti potrà allungare il passo fino ad area 29.250.
Un primo supporto lo possiamo individuare a 28.376 punti, sotto cui si guarderà ai 28.174 punti e questa potrebbe essere un'area capace di contenere i prezzi in caso di discesa.