Con conferme al di sotto dei 26.200 per il Dow Jones si dovranno mettere in conto eventuali ripiegamenti verso i 25.800 punti prima e i 25.400 in seguito.

Il Nasdaq Composite ha violato i 7.900 punti e per ora si mantiene al di sopra di tale soglia.
Al rialzo il prossimo target è sui massimi a 8.100 punti, mentre sotto i 7.800  punti l'indice potrebbe ripiegare verso i 7.600 e i 7.400 punti.

Anche per il Nasdaq Composite la view resta rialzista, ma bisogna considerare che siamo in un'area di prezzi alla quale bisogna prestare non poca attenzione, visto il rischio di un ritracciamento o di una possibile frenata del rialzo.

Boeing oggi continua a perdere terreno dopo il netto calo di ieri. Cosa può dirci di questo titolo?

Per Boeing segnalo una zona di lateralità tra i 360 e i 400 dollari e sarà alla rottura di uno di questi due estremi che si potrà intervenire sul titolo in una direzione o nell'altra.

Al di sotto dei 360 dollari Boeing potrebbe scendere verso i 340 dollari prima e i 320 dollari in un secondo momento.
Sopra i 400 dollari invece il titolo andrà a chiudere un vecchio gap a 420 dollari e poi potrà tentare un allungo verso i massimi a 445/446 dollari.

Anche General Electric oggi è colpito da nuove vendite dopo l'affondo della vigilia. Qua è la sua view su questo titolo?

Per General Electric segnalo che c'è un gap lasciato aperto lo scorso 31 gennaio a 8,74 dollari, ma per ora il focus è sul supporto dei 9,1 dollari che ha già tenuto in diverse occasioni.

Con una violazione della soglia appena segnalata il titolo scenderà a colmare il gap indicato prima a 8,74 dollari e una rottura anche di questo livello aprirà le porte ad un ribasso ben più marcato verso i 7,5 dollari.