Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto delle domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.

Wall Street sta provando a recuperare terreno dopo le vendite della scorsa settimana. Come valuta l'attuale impostazione degli indici Usa e cosa si aspetta nel breve?

Nell'intervista della scorsa settimana avevamo già evidenziato alcuni segnali di stanchezza del toro per l'azionario Usa, ma al momento non ci sono motivi per allarmarsi.

E' normale assistere periodicamente a degli storni a Wall Street che mostra sempre però la capacità di riprendersi alla svelta.

La scorsa settimana gli indici americani hanno violato il trend rialzista di breve, ma hanno difeso i livelli sotto i quali si sarebbe potuta sviluppare una tendenza negativa.

Ora resta da vedere se i listini andranno a disegnare un doppio massimo sui recenti top per poi scendere nuovamente o se al contrario avranno la forza di rompere i massimi e proseguire al rialzo.

Al momento rimaniamo una view positiva su Wall Street anche perchè il rimbalzo delle ultime due sedute appare convincente e personalmente mi aspetto la violazione dei recenti massimi di periodo.

Partendo dall'S&P500, gli ultimi top sono in area 2.820 punti, raggiunti i quali potrebbe anche tornare indietro, ma dubito che ciò possa accadere.
Oltre i 2.820 punti l'indice potrà proseguire al rialzo verso i massimi storici in area 2.925/2.950.

Da notare che i 2.820/2.825 punti rappresentano una forte resistenza e sicuramente la tenuta di questa ha favorito il recente ritracciamento dell'S&P500 che ha ripiegato per ritrovare un po' di respiro per poi ripartire.