Sono necessari i volumi, altrimenti si rischia di andare incontro all’ennesimo falso segnale e di vedere ripiegare i prezzi verso il basso.

A Piazza Affari il Ftse Mib è stato respinto per ora dalla soglia dei 21.500 punti. Il recupero partito dai minimi di fine maggio è da considerarsi concluso?

Dal mio punto di vista il rally messo a segno da Piazza Affari nell’ultimo mese potrebbe esser giunto al capolinea.
L’unico fattore che potrebbe smentire tale ipotesi sarebbe vedere le quotazioni del Ftse Mib rompere e superare con decisione i 21.600 punti.

Considerando che l’area dei 21.500 rappresenta un buon livello di resistenza e tenendo conto della velocità con la quale i prezzi sono arrivati su tali livelli, mi aspetto delle prese di beneficio che potrebbero dar origine a dei ritracciamenti di breve periodo.

I livelli di prezzo sui quali potrebbe tornare a scambiare il Ftse Mib si possano identificare in 21.040 e a quota 20.750.
Un’eventuale rottura del primo supporto porterebbe inevitabilmente le quotazioni a toccare la seconda fascia di prezzo a 20.750 punti.

Dovesse materializzarsi tale ipotesi, mi aspetto che su questi livelli di prezzo possano tornare protagonisti gli acquirenti e, conseguentemente, si possa assistere ad un nuovo rialzo del FTSE MIB.