Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Gianvito D’Angelo, trader professionista che coniuga analisi intraday e multiday su futures, azioni e forex. Chi volesse contattare Gianvito D’Angelo può scrivere all’indirizzo email: supergianvi@gmail.com, oppure richiedere la sua amicizia sul profilo pubblico Facebook: @gianvitodangelo.

Il Ftse Mib sta dando un seguito al recupero partito dai minimi di fine maggio. Si aspetta ulteriori progressi nel breve?

Prima di addentrarci nell'analisi del Ftse Mib, ricordo che quello che dobbiamo fare è avere una chiara cornice della situazione e quest'ultima appare molto semplice.

Nel primo trimestre dell'anno Piazza Affari è salita ed è probabile che il trimestre in corso si chiuda negativamente e questo ci porta ad indicare che il Ftse Mib probabilmente non andrà a segnare massimi superiori ad area 21.500 nel breve.

Se la previsione sulla chiusura negativa del secondo trimestre si rivelerà giusta, andrà ad avvalorare l'ipotesi che anche il terzo trimestre si chiuderà con un bilancio in rosso.

C'è da dire che anche Wall Street in questa fase non offre un grande aiuto visto che non sta realizzando nulla di spettacolare per ora.

Tornando al Ftse Mib, difficilmente la salita partita dai minimi di maggio può essere classificata al momento come un impulso rialzista, mentre è molto probabilmente un ritracciamento della discesa iniziata nelle prime sedute di maggio.