Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Gianvito D’Angelo, trader professionista che coniuga analisi intraday e multiday su futures, azioni e forex. Chi volesse contattare Gianvito D’Angelo può scrivere all’indirizzo email: supergianvi@gmail.com, oppure richiedere la sua amicizia sul profilo pubblico Facebook: @gianvitodangelo.

Il Ftse Mib continua a salire, segnando nuovi massimi da inizio anno. C'è spazio per ulteriori apprezzamenti nel breve?

I principali indici azionari, tanto europei quanto americani, incluso ovviamente il nostro Ftse Mib, si presentano tutti su livelli di resistenza molto importanti.

Per l'indice domestico quella dei 20.400/20.500 punti, è un'area in cui liquidare posizioni long, e questo non vuol dire necessariamente aprire degli short.

Il primo trimestre dell'anno si conferma positivo e la buona notizia è che quando la scorsa settimana il Ftse Mib è sceso sotto i 20.200 punti, andando a testare i minimi delle sedute precedenti, ci ha fatto capire che le discese sono stati tutte occasioni per comprare.

La volatilità è rimasta su livelli molto bassi e questo è indice di un trend long sano, mentre quando il mercato scende o addirittura sale con veemenza, questo potrebbe essere l'anticamera di un ribasso, visto che la volatilità in relazione inversa all'andamento dei prezzi.

L'idea è che sui livelli attuali è consigliabile passare alla cassa almeno per parte delle posizioni long aperte a Piazza Affari.